martedì 20 ottobre 2015

Kipple presenta i racconti di Sandro Battisti

Kipple Officina Libraria è lieta di presentare due pubblicazioni che esplorano l’universo dei racconti di Sandro Battisti, Premio Urania 2014. Nella produzione dell’autore esistono due scenari, uno che tratteggia il territorio dell’Impero Connettivo, maggiormente esplorato dai romanzi della saga cui fa parte il suddetto Premio Urania 2014, e l’altro che raccoglie tutte le altre suggestioni via via espresse negli anni. Vi presentiamo, quindi, I dispacci imperiali e Nel paradigma frattale, rispettivamente per la collana Spin-off e per Avatar, entrambi in formato coverdispaccidigitale.

I DISPACCI IMPERIALI | Sinossi

Una raccolta di racconti che indagano minuziosamente il mondo imperiale connettivo, retto dall’alieno Totka_II e dal suo plenipotenziario Sillax che realizzano una diarchia di fatto dove le ampie vedute dell’alieno vengono attuate dal suo funzionario principale, dove si muovono in sottofondo altre figure minori dell’apparato imperiale in cui convergono, come ogni storia minuta e vissuta, personaggi del popolo postumano connettivo consci di vivere un’esperienza indimenticabile, storica, lì dove il Tempo e lo Spazio non hanno significato.

NEL PARADIGMA FRATTALE | Sinossi

coverparadigmaSquarci di un futuro che appare connesso, dove le suggestioni personali sono il tappeto umorale sempre sull’orlo di una trascendenza mai annunciata, ma effettiva; i personaggi racchiusi da questa raccolta di racconti di Battisti si muovono sempre in uno stato trasognato, dove la realtà non è mai davvero ciò che appare, dove dietro ogni curva si apposta un’entità, un’energia che prelude a un’epifania o a una perdizione, in pochi in grado di percepire. Weird e cibernetica, trascendenza e visioni acide si susseguono in un climax che ha aperto una strada inesplorata dalla SF italiana ed estera.

Estratto

Sillax s’inchinò verso lo spiraglio olografico da cui effluvi di energia anticipavano rapidamente le volontà del monarca. Icone empatiche appese a mezz’aria segnalavano livelli di epifania standard per le emanazioni imperiali.
– Potrei cominciare dall’impartirti il comando iniziale, caro funzionario Sillax, ma perché rendere le cose facili e noiose? Per questo servizio impellente comincerò dalle mie ultime parole, tanta è la frenesia che mi prende e il desiderio di non annoiarmi che mi sovrasta. Per cui, riavvolgi lo scenario che ti sto per mostrare e inizia dalla fine; non abbiamo certo bisogno dello scorrere canonico dell’entropia per risolvere le questioni, vero?
Altre piccole icone tridimensionali lampeggiavano in uscita dal trono imperiale quasi fossero residui, rimasugli sacrificabili di un’elaborazione informativa, come gocce di un propellente fuori da un serbatoio riempito all’inverosimile.
Sillax non fece in tempo a parlare che si sentì immediatamente stanco, profondamente spossato da un concetto sfuggente che sentiva di dover reiterare ossessivamente a Totka_II, altrimenti avrebbe perso tempo e forse anche importanti posizioni strategiche. Il fumo di una battaglia campale appena terminata si stava diradando e sui prati rimanevano ombre bruciate, chiazze di grasso scuro e mefitico che indicavano rapide decomposizioni di carapaci evoluti, postumani, racchiusi in cases completi di ogni comfort e connessioni neurali, come tante tartarughe futuriste. Sillax comprese che doveva interpretare la scena per trovare l’origine del comando imperiale, e che forse solo a quel punto avrebbe capito qual era la missione da portare a termine in quei transienti di frontiera del continuum

I dispacci imperiali

Il cielo si oscura, anzi, scompare, si dissolve e lascia intravedere un lastricato di punti lucenti, più o meno intensi ma tutti estremamente piccoli, che si estendono su un tappeto di assoluto nero, pregno di un freddo intuibile in grado di uccidere al solo pensiero. Sono dentro ad un pozzo gravitazionale, realizzo improvvisamente con un’onda di shock atomico intenso quanto una devastazione; il giardino è una proiezione olografica dei miei ricordi precedenti, estratti con cura ma con immensa fatica durante una seduta di medicina karmica. Sono nato sulla Terra qualche decina di anni fa, ho dimenticato quando esattamente ma il livello d’invecchiamento delle mie cellule indica un’età di almeno cinquant’anni il che, per interpolazione di calcolo sulla base dei miei processi di ringiovanimento, mi fa pensare di averne almeno novanta. Significa che novanta anni fa nacqui dopo aver vissuto altre esperienze, in secoli precedenti, millenni precedenti. Devo aver visto quel giardino in un pre­ciso istante della mia vita psichica anteriore, percepibile adesso perché sono riuscito a collegarmi sul canale energetico ancora esistente dove io vivo, adesso, insieme al giardino stesso.
Un eterno presente. Che condiziona l’eterno presente dove vivo ora, nel pozzo gravitazionale, quassù, tra le stelle.
La scena che vedo rapidamente svolgersi nel giardino è agghiacciante.
Da una siepe che costeggia il recinto della mia modesta dimora fuoriesce un manipolo di predoni, faccia truce, abiti luridi e strappati. Hanno lo sguardo barbaro, gli occhi iniettati di sangue e brandiscono dei coltelli, alla vista assolutamente micidiali. Ho l’esatto tempo di aver paura, panico forse. Mi guardo intorno e scopro che lo stesso terrore assoluto avvolge la mia famiglia.
I briganti hanno dalla loro rapidità e precisione, oltre che la ferocia tipica di chi non ha nulla da perdere se non la fame. Cadono rapidamente i miei due figli, trafitti da colpi di daga sicuramente in dotazione all’esercito imperiale; il sacrificio di mia moglie, che ha parato con il suo corpo il figlio più piccolo, è drammaticamente evi­dente a me che non ho avuto lo spirito, la forza, l’animo di gridarle “ferma, è inutile, salva almeno te stessa”. Ho lo sgomento tipico del condannato a morte, so che ora è il mio turno.

Nel paradigma frattale

L’autore

Sandro Battisti è noto in rete con lo pseudonimo di Zoon. Nel 2004 è stato uno dei fondatori del movimento letterario connettivista e a partire dal 2005 si è dedicato allo sviluppo di uno scenario comune a molti suoi lavori successivi, noto come Impero Connettivo. Ha vinto il Premio Urania 2014.

Le collane

Avatar è la collana di Kipple Officina Libraria dedicata ai romanzi e grandi capolavori prettamente italiani del Fantastico e della SF, opere contraddistinte dalla cura meticolosa dei testi e dalle ampie visioni autoriali. Il logo della collana sintetizza perfettamente il circolo del tempo, delle conoscenze, degli eventi nascosti; l’iperbole del Fantastico per spiccare il volo nella fantasia più sfrenata e meravigliosa.

La collana Spin-off è dedicata alla diffusione di storie ambientate nell’Impero Connettivo – creazione connettivista che narra gli eventi di un Impero Postumano con forti similitudini a quello Romano – in cui lo Stato governa sullo spazio e sul tempo sotto il comando di un alieno, un Nephilim. La valuta monetaria in vigore è l’informazione, mentre l’Imperatore di stirpe aliena Totka_II governa con le sue capacità occulte sull’evoluzione tecnologica dell’umanità: i postumani.

Sandro Battisti | I dispacci imperiali
Kipple Officina Libraria
Collana Spin-off — Formato ePub e Mobi — Pag. 127 – € 1.95 — ISBN 978-88-98953-36-3

Link
su Kipple Officina Libraria in ebook: http://goo.gl/Hypdbe
su Amazon in ebook: http://goo.gl/GC3IJ3

Sandro Battisti | Nel paradigma frattale
Prefazione di Lukha B. Kremo
Kipple Officina Libraria
Collana Avatar — Formato ePub e Mobi — Pag. 142 – € 1.95 — ISBN 978-88-98953-37-0

Link
su Kipple Officina Libraria in ebook: http://goo.gl/PtFNr3
su Amazon in ebook: http://goo.gl/PakN4E

domenica 23 agosto 2015

ISF 128 - hyperhouse

Data astrale... da un vuoto temporale qualsiasi.
Uno dei miei blog preferiti è certamente HYPERHOUSE, dell'amico e collega nonché vincitore dell'ultimo premio Urania: Sandro ZOON Battisti. Il motivo?
Riporto un quartetto di post, odierni e quasi, letti poco fa. Secondo me siamo veramente OLTRE...
- - -
- Ridefinizione del continuum
Aspetto la ridefinizione del continuum, affinché tutto sia preso e reso levigato, radente, liscio come un piano monomolecolare quantico.
- Nenie in trasformazione
Ogni paragrafo esteso sul continuum si rapprende di luce scoscesa, nenie semplici in compressione estatica che si trasformano in complesse architetture dimensionali.
- Umore psichico
Ogni profumo si realizza mostrando le sue frivolezze frattali evanescenti, un’ombra matematica di colore e personalità che resta poi dentro te come umore psichico.
- Schiuma dimensionale
Le espressioni delle parole rivoltate su te compongono una coltre insidiosa di schiuma dimensionale, movimenti collaterali che delineano i tuoi simboli arcaici.
- - -
Hasta internuati, la Forza sia sempre con Noi. Alla prox...

domenica 26 luglio 2015

ISF 127 - tanàh

Data astrale. Attimo di respiro su Fire-planet... non durerà, lo so.
Copio-incollo un minimo estratto di un 'qualcosa' che prima o poi finirò di scrivere. Rimaniamo ottimisti.
- - -
La verità non è la mente, ma la mente esiste e la dobbiamo usare per arrivare alla verità.
La verità non è la coscienza, non solo, non del tutto. Per adesso noi saremo la coscienza, l’io, il sé. La nostra parte infinita rispetto a un corpo/mente che è nato e morirà.
Consideriamoci un ‘uno/trino’, definizione che scemerà strada facendo verso l’uno/unico. L’azione sarà triplice, modalità diverse per corpo, mente e coscienza, mirando via via alla fusione per costituirsi in un unica condotta: essere.
- - -
Hasta internauti. La Forza sia sempre con Noi.

giovedì 2 luglio 2015

ISF 126 - black blade

Niente data astrale, solo un autospottone per il mio ultimo libro.
Grazie...
- - -
BLACK BLADE di Marco Milani (Premio Kipple 2014)
Nella placida e mai chiara Pianura Padana, in un basso futuro in cui le carte sono state così rimestate dal crollo economico mondiale da essere sempre le stesse, alcune indagini su strani e cruenti omicidi prendono la via dell'occulto. Chi è l'essere che si modella sulla realtà in modo da apparire ogni volta una persona diversa e affidabile, in grado di influenzare le mosse degli uomini della strada affinché poi soddisfino le sue necessità? La lotta contro l'anomalo, il Male, l'Oscuro è il tema sviluppato da Marco Milani per il suo Black Blade, mirabile esempio di sottile ironia tutt'altro che faceta in grado di mostrare il mondo occulto come una necessità vitale di qualcosa diverso di noi, non necessariamente superiore. Un fantastico viaggio, in ogni senso, rivolto alla ricerca della nostra semplice natura, in grado di salvarci dall'abisso. La ricerca occulta si svolge in ogni giorno, in ogni momento del quotidiano: è questo il suggerimento che Marco Milani ci dà col suo romanzo Black Blade, vincitore del Premio Kipple 2014.
Nell’asfissiante Pianura Padana di un prossimo e decadente futuro la tecnologia è abitata da forme di energia senziente, misurabili col metro dell’occulto: dall’invasione di queste forze prende vita il romanzo che ci porterà, con sapienza zen, verso il nuovo stato della nostra esistenza.


> cartaceo: http://www.amazon.com/Black-Blade-Avatar-19-Italian/dp/8898953259/ref=sr_1_3?s=books&ie=UTF8&qid=1435249786&sr=1-3&refinements=p_n_feature_nine_browse-bin%3A3291440011|3291478011%2Cp_n_publication_date%3A1250226011

> su Kipple in ebook: http://www.kipple.it/index.php?route=product/product&product_id=340
> su Amazon in ebook:
http://www.amazon.it/gp/product/B01017UJ48?ie=UTF8&camp=3370&creativeASIN=B01017UJ48&linkCode=xm2&tag=domist-21

domenica 14 giugno 2015

ISF 125 - articolo 9

Data astrale: genetliaco dello sviluppo incontrollato su Green Valley. Trentennale galattico dalla nascita di Totka I nella sua quarta versione virtuale.
- - -
"La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione". Art. 9 Costituzione Italiana.
- - -
Bello. Che altro dire... non l'avrei mai immaginato...
Hasta internauti. La Forza sia sempre con Noi.

venerdì 29 maggio 2015

Fantascienza&co.: Avengers-Age of Ultron!- Rece

Hola internauti. Sono tornato.
Periodi strani...

Ho giusto sotto un bel post dal mitico blog di Fantascienza&Co. Una certezza del web.

Alle prox.

Fantascienza&co.: Avengers-Age of Ultron!- Rece: ATTENZIONE SPOILERS ASSAMBLE! Eccoci all'undicesimo film del Marvel Cinematic Universe. Bello ma non entusiasmante come il pri...

mercoledì 1 aprile 2015

Fantascienza&co.: STAR WARS 7: il piano e una curiosità!

Repost da http://fantascienzaeco.blogspot.it ... grande blog.

Fantascienza&co.: STAR WARS 7: il piano e una curiosità!: Ormai ci siamo. I mesi passano e la visione di SW7 si fa sempre più vicina. Immagino che il vero conto alla rovescia inizierà dopo l&#39...

mercoledì 4 marzo 2015

ISF 120 - risvegli

Data astrale...
Siamo in marzo, periodo di risvegli. Per cui...
---
In principio può manifestarsi un pensiero, quello di essere un corpo o un qualcosa, che rimane in ogni caso un pensiero sino al suo morire. Nel frattempo si può ottenere l’esperienza di non essere quel corpo ma di esserne divenuto cosciente in Coscienza. Infine potrà seguire l’esperienza che questa Coscienza non è realmente Io e che non vi è alcuna forma, alcun niente di niente che Mi limita.
(CIT. by A.C.)
---
Hasta internauti, la Forza sia sempre con Noi.


domenica 8 febbraio 2015

Fantascienza&co.: Guardiani della Galassia!-Rece

Data astrale. Ice planet è in orbita, le interferenze sono all'ordine del giorno nei 4 pianeti del cortociclo.
Oggi posto, a onor di cronaca, una ben fatta recensione di un blogger amico. Per chi non l'avesse visto, un incipit...
Quindi internauti, vi auguro un buon inizio settimana. Alla prox.

Fantascienza&co.: Guardiani della Galassia!-Rece: SPOILER GALATTICI! Beh non male, questo direi che è il mio giudizio finale. C’è tutto, trama lineare, costruzione dei personaggi, um...

mercoledì 28 gennaio 2015

ISF 117 - efesto

Data astrale. Lumix day. E non per tutti.
Oggi un po' di remake di cultura classica... e per essere sicuri di non sbagliare, vista la memoria oramai cileccante, 'nota' direttamente da Wiki.
- - -
... Efesto e suo fratello Ares erano figli di Era concepiti, a seconda delle varie versioni della leggenda, con o senza la partecipazione di Zeus. Secondo i miti classici e le versioni più tarde Era lo mise al mondo da sola, gelosa di Zeus, poiché il marito la tradiva, non solo con altre dee, ma anche con Ninfe e donne mortali. La dea pensò di tradire anch'essa il marito, ma non le era possibile, poiché era la dea del matrimonio. Chiese così aiuto a Teti, che le diede un'alga, e con essa lei avrebbe potuto generare un figlio, senza bisogno di una penetrazione. Ella mangiò l'alga donatagli da Teti, e nove mesi dopo generò il figlio Efesto, suscitando così le invidie di Zeus. Entrambi però rimasero disgustati dalla sua bruttezza, per cui lo scagliarono giù dall'Olimpo. Altre versioni invece dicono che solo Era ripudiò il figlio, gettandolo giù dall'Olimpo, con grande dispiacere di Zeus. Ma Era, in termini di storia umana, è una divinità precedente a Zeus, quindi la storia narrata in questo mito potrebbe essere stata invertita; tra l'altro alcune versioni della leggenda della nascita di Atena narrano che la dea nacque dopo che Efesto aprì il cranio di Zeus con una martellata, quindi Efesto sarebbe stato già al mondo prima di Atena. In ogni caso, secondo i greci, il destino delle dea della saggezza e della guerra e quello del dio delle fucine che costruiva le armi erano strettamente legati. ... [http://it.wikipedia.org/wiki/Efesto]
- - -
Hasta internauti, alle prox.

venerdì 16 gennaio 2015

ISF 116 - PTAXGHU6 (kipple)

Data astrale. Ora!
Sì lo so, ma un promo-post ogni tanto....
Revisionato e sistemato, riecco PTAXGHU6. 'Il' romanzo.
Versione in ebook per Kipple a solo € 1,99.

Hasta internauti.


Ptaxghu6
Nelle profondità remote di un sistema solare, l'Impero Connettivo assiste alla nascita di una nuova forma di vita da assorbire nel suo dominio. Le estensioni zen di quell'esistenza si scontrano con le esigenze belliche dello Stato esteso sul tempo e sullo spazio, dove nessun altro Impero è paragonabile a esso. A cosa porterà l'antagonismo offensivo e marziale contrapposto alla placida resistenza esistenziale? E cosa è contemplato nello spazio conteso tra le due forze?